Ventilazione meccanica controllata

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
cielo azzurro

La qualità dell’aria che respiriamo è un argomento al quale dovremmo prestare la massima attenzione. Nella valutazione delle soluzioni migliori per i miei clienti, un occhio di riguardo va sempre al comfort abitativo e alla loro salute. 

Possiamo erroneamente pensare che l’aria di casa sia sicura, ma spesso è peggiore di quella esterna poiché sono presenti tante fonti di inquinamento come le muffe dovute all’umidità e alla condensa dei vapori, ma anche il fumo di sigaretta, le esalazioni delle vernici per arrivare all’anidride carbonica prodotta dalle persone. Qual è la soluzione per ovviare a queste problematiche e per migliorare la qualità dell’aria? La risposta è la ventilazione meccanica controllata, o VMC

La ventilazione meccanica controllata è un sistema che garantisce il corretto ricambio e filtraggio dell’aria oltre che la regolazione dell’umidità così da limitare al massimo l’insorgere di muffe. 

Sul mercato ci sono due tipologie principali di VMC, quella a semplice flusso e quella a singolo flusso alternato. 

Ventilazione meccanica controllata a semplice flusso 

Con la ventilazione meccanica controllata a semplice flusso l’aria viziata viene estratta dai locali umidi come la cucina e il bagno e l’aria rinnovata prelevata dall’esterno dell’abitazione viene immessa nei locali nobili come camere, soggiorno e studio attraverso delle apposite bocchette posizionate nei serramenti o nelle pareti.

La circolazione interna è garantita anche dal passaggio al di sotto delle porte interne. Questo tipo di soluzione ha il vantaggio di essere economica e di non richiedere grosse manutenzioni, ma anche delle pecche poiché non permette il controllo della qualità dell’aria di rinnovo e favorisce l’ingresso di aria fredda in inverno e calda in estate.

Ventilazione meccanica controllata a flusso alternato

In questa variante l’immissione e l’estrazione dell’aria avvengono da 2 canalizzazioni collegate a 2 diversi ventilatori. I sistemi sono installati insieme a coppia e sincronizzati tra loro: quando un’unità estrae l’aria viziata, l’altra immette quella di rinnovo. Chiarite le tipologie di sistemi di ventilazione controllata esistenti, ci concentriamo ora sulle diverse applicazioni: la ventilazione meccanica controllata puntuale, centralizzata o decentralizzata.

Ventilazione meccanica controllata puntuale

Questa applicazione è indicata per singoli ambienti con uno studio attento della distribuzione della ventilazione. Nella versione puntuale è possibile prevedere anche l’integrazione del recupero dell’aria calda e raggiungere quindi ottimi livelli di efficienza, seppur con un ricambio piuttosto frequente dei filtri. Questo tipo di soluzione consiste in degli apparecchi di ridotte dimensioni, con un collegamento diretto verso l’esterno tramite dei fori realizzati sulle pareti esterne. Non è prevista dunque alcuna canalizzazione perché lo scambio dei flussi dell’aria avviene in corrispondenza della stessa macchina installata. Se oltre al comfort abitativo e al benessere siamo interessati anche all’estetica, la ventilazione meccanica puntuale è perfetta poiché caratterizzata spesso da impianti di design.

Ventilazione meccanica controllata centralizzata

Al contrario della versione puntuale, la ventilazione meccanica centralizzata è costituita da una sola macchina centralizzata appunto, che provvede alla ventilazione di un condominio con più appartamenti oppure l’intera superficie di un’abitazione. I vantaggi principali di questa soluzione consistono ovviamente nel minore spazio occupato e nel fatto che ci sia solo un filtro da cambiare. Con il sistema di ventilazione meccanica controllata centralizzata ci sono dei vincoli di installazione che devono essere rispettati e vanno previste anche delle opere murarie. Una volta installato questo sistema è necessario programmare delle sanificazioni periodiche delle tubazioni di condotta per la distribuzione dell’aria e delle bocchette che devono raggiungere i diversi locali.

 

Ventilazione meccanica controllata decentralizzata

Un’altra tipologia di ventilazione meccanica è quella decentralizzata che esiste in 2 varianti: quella integrata nell’infisso e quella integrata nel monoblocco. La prima versione è inserita direttamente nel telaio dell’infisso e presenta un sensore che attiva il sistema di ventilazione in modo automatico nel caso rilevi troppa umidità nell’aria, un’ottima soluzione in ambienti come bagno o cucina.

Questa tipologia presenta anche dei filtri antipolvere per un’aria libera da pollini, polveri e sporcizia. La ventilazione controllata può essere installata anche nel controtelaio, detto monoblocco, sia nelle parti verticali che nel sottobancale oppure dentro il cassonetto. Si ricorre a questa soluzione specialmente durante le ristrutturazioni o nelle nuove costruzioni perché si rende necessario ampliare il foro finestra così da non avere una riduzione della luce che entra.

La ventilazione controllata installata nel controtelaio consente di ottenere molteplici vantaggi. I costi e i tempi di installazione sono ridotti rispetto a quella centralizzata e la ventilazione può poi essere controllata in maniera indipendente in ogni stanza, con un considerevole risparmio energetico e con la soddisfazione di specifiche esigenze ambientali. Notevole anche l’impatto estetico dato che le bocchette sono visibili solo all’interno della casa nelle immediate vicinanze della finestra.

Ventilazione meccanica controllata: alcune importanti da cose da sapere

Nel corso del tempo ho sentito dire tante cose non vere relative alla ventilazione meccanica controllata. Voglio riassumerle così che tu possa avere un quadro chiaro e tutte le informazioni per fare la tua scelta in serenità.

Mantenimento dell’efficienza dell’impianto di ventilazione meccanica controllata

Un aspetto fondamentale riguarda la manutenzione dell’impianto di ventilazione meccanica controllata. La frequenza dipende ovviamente dall’uso che ne viene fatto, dalle condizioni ambientali, dalla situazione in cui verte l’abitazione, dalla tipologia dell’edificio…

Per mantenere inalterata l’efficienza del sistema io consiglio una sostituzione dei filtri ogni 3/6 mesi, seguendo comunque le indicazioni della casa costruttrice. Negli edifici residenziali solitamente ci sono 2 tipologie di filtri: – filtri per polveri grosse (serie G) – filtri per polveri fini (serie F) Questi ultimi sono molto efficaci per trattenere i pollini e le polveri sottili, quindi ottimi in caso di allergie.

Allergie

La primavera e l’estate sono due stagioni da incubo per gli allergici: l’aria si riempie di pollini e la respirazione diventa problematica, persino tra le mura domestiche. Con la ventilazione meccanica controllata il ricambio dell’aria può avvenire in tutta tranquillità, dato che l’aria viziata viene eliminata e quella nuova viene introdotta non prima di essere filtrata da polvere, pollini e agenti inquinanti.

Aerazione naturale

Al contrario di quello che ho sentito spesso dire, non è vero che con un impianto di ventilazione meccanica controllata non è possibile aprire le finestre e cambiare l’aria in maniera naturale.

 

Se hai altre domande oppure stai pensando di installare un sistema di ventilazione meccanica controllata a casa tua, non esitare a contattarmi!

Maurizio Puggelli

Maurizio Puggelli

Sono Maurizio Puggelli e sono l’autore di questo blog. Ho aperto questo spazio per darti preziose informazioni e spunti di riflessione che possano aiutarti a scegliere i tuoi serramenti per goderti al massimo il comfort in casa tua.
Se vuoi, puoi farmi sapere se hai trovato interessante il mio articolo. Sarò felice di leggere le tue opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

maurizio

Sono Maurizio Puggelli e sono l’autore di questo blog. Ho aperto questo spazio per darti preziose informazioni e spunti di riflessione che possano aiutarti a scegliere i tuoi serramenti per goderti al massimo il comfort in casa tua.

Sviluppo progetti per la ristrutturazione di dimore storiche, ville, appartamenti ecc. Ogni giorno lavoro per trasformare le case in un ambiente più sano, confortevole ed ecologico. 

Da piccolo giocavo sempre con il Lego, da grande ho scelto di coltivare questa mia passione per la costruzione. Ho iniziato la mia attività con la produzione di infissi in alluminio, quindi conosco tutto il ciclo produttivo: lavorazioni, materiali, assemblaggio.

L’esperienza mi ha permesso di concepire la finestra come un elemento che ha un ruolo molto importante e se non c’è un progetto ben studiato prima, la sua sostituzione rischia di essere il punto più debole dell’involucro edilizio.

Da questa intuizione è cambiato tutto: non più solo produzione di finestre, ma ho deciso di ampliare le mie conoscenze tecniche iniziando la mia formazione. Ho studiato e continuo a studiare con i professionisti più autorevoli del settore.

Non ti farò una noiosa lista dei miei attestati, ti mostro solo l’ultimo EQF4.

Infine… il mio motto è: pensi o sai?

La mia esperienza e le mie conoscenze sono a tua disposizione. Puoi scrivermi per chiedermi una consulenza, per farmi una domanda o solo per condividere la tua opinione.

Compila il modulo che trovi qui sotto e premi invia, sarò felice di leggerti.

Non ti prometto di risponderti entro 24 ore, ma ti garantisco la mia risposta.

Contattaci

Per vedere la squadra Tecnoserramenti all’opera, guarda la gallery dei nostri lavori

uLTIMI ARTICOLI

Ventilazione meccanica controllata

La qualità dell’aria che respiriamo è un argomento al quale dovremmo prestare la massima attenzione. Nella valutazione delle soluzioni migliori

SEGUICI SU FACEBOOK

Articoli correlati

Il Gruppo Beste sceglie Tecnoserramenti

Questo articolo è per me molto speciale perché racconto la ristrutturazione di uno degli edifici storici della mia città, Prato, per il quale stiamo curando la consulenza e l’installazione degli infissi.   Si tratta dell’ex Lanificio Affortunati acquisito qualche mese fa dal Gruppo Beste, una

Maniglie per finestre: come scegliere le migliori

Quando si decide di cambiare gli infissi della propria abitazione, si prendono – giustamente – in considerazione molti aspetti: il materiale, le caratteristiche del vetro, la capacità di isolamento termico e acustico, ma spesso si trascura un dettaglio fondamentale: le maniglie. La maniglia, oltre a

Ventilazione meccanica controllata

La qualità dell’aria che respiriamo è un argomento al quale dovremmo prestare la massima attenzione. Nella valutazione delle soluzioni migliori per i miei clienti, un occhio di riguardo va sempre al comfort abitativo e alla loro salute.  Possiamo erroneamente pensare che l’aria di casa sia

Come risparmiare sulle spese di riscaldamento con le finestre

Sostituire gli infissi per risparmiare La sostituzione degli infissi richiede molta, moltissima attenzione. Acquisire informazioni, comprendere bene le caratteristiche e le performance del serramento che ci piace e, soprattutto, affidarsi a un’azienda competente… questo è quello che mi sento di consigliarti se deciderai di fare